Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Primavera in Trentino..Tempo di Sambuco

Il famoso nettera del Piz Galin

La Primavera quest’anno è sbocciata un pochino in ritardo…circa 15 giorni rispetto allo scorso anno…
Solitamente nella valle dell’ Adige in Trentino verso metà aprile i primi alberi di sambuco iniziano a fiorire.
Avete mai notato questi alberelli, solitamente non tanto grandi, con dei fiori bianchi di grandi dimensioni? Ci sono praticamente in tutta Italia, solitamente crescono in piccoli avvallamenti scoscesi o lungo gli argini dei fiumi. Da questi alberelli nasce il famoso nettare del Piz Galin: lo sciroppo di sambuco.
Può sembrare una passeggiata ma fare lo sciroppo di sambuco come facciamo noi non è proprio così facile ed immediato. L’antica ricetta di Nonna Gemma è un segreto di famiglia e pertanto non possiamo svelarvela, ma di seguito riportiamo i passi principali che ci portano poi a fare il nostro famoso nettare.
Il tutto nasce dalla raccolta dei fiori, cerchiamo i posti migliori per avere i fiori migliori. Ci teniamo lontani da strade/autostrade o da coltivazioni dove vengono usati sostanze e diserbanti.
 
In lontananza spesso l’albero di sambuco trae in inganno, può sembrare molto rigoglioso di fiori e comodo da raggiunge, ma ahimè il più delle volte cresce in pendii molto scoscesi e raggiungerlo non è proprio uno scherzo. Lo sciroppo di sambuco che spesso si compra nei negozi è molto diluito e il gusto è spesso camuffato da un sentore di limone. Al Piz Galin la concentrazioni di fiori di Sambuco è sicuramente il triplo di quella di un normale sciroppo in commercio. Vorreste forse sapere quanti fiori ci vanno per ogni litro di sciroppo? XXX Mi spiace ma questo è un segreto che non possiamo svelare.
Dopo aver raccolto i fiori vanno tagliati i “gambi” e contati per le giuste proporzioni, anche questo sembra un lavoro banale ma richiede molto tempo e pazienza.
Una volta tagliati, i fiori vengono messi in una soluzione con sciroppo di zucchero e limone, il tutto a una temperatura definita e mescolando il tutto due/tre volte al giorno.
Dopo 4/5 giorni lo sciroppo è quasi pronto e si procede con l’ultimo passaggio: la Filtrazione!
Sembra facile no? Se avete molta pazienza e tanta buona volontà…provate
 
 
 
 
11.05.2018
scritto da Piz Galin
 
Consiglia articolo